Buon 2015

Gli auguri di inizio anno sembrano spesso una cosa buttata lì, quasi per educazione. E invece no, io chiudo questo 2014 confidando in un 2015 positivo. Chiudo il 2014 soddisfatto dei risultati raggiunti dalla Boraso.com grazie al suo staff, fatto di 40 persone super competenti, che stanno crescendo insieme all’azienda e fanno crescere l’azienda. E che per questo ringrazio, insieme alla mia famiglia, a cominciare da mia moglie Patrizia e dalla piccola Chanel.

Chiudo il 2014 con l’annuncio di 10 assunzioni, tra Milano e Occhiobello, quindi con la voglia di guardare avanti e di offrire a giovani talentuosi un’opportunità. Chiudo il 2014 con il riconoscimento della Camera di Commercio di Rovigo, che mi ha premiato per avere onorato – così cita la benemerenza – il territorio rodigino nell’Italia e nel mondo.

Chiudo il 2014 stanco per essere andato in giro per lo Stivale a parlare della mia attività, del web, delle nuove tecnologie, dei nuovi saperi, delle nuove e-commerce che si stanno diffondendo facendo business.

Chiudo il 2014 soddisfatto perché la Boraso Academy, con i suoi corsi, è diventata punto di riferimento e approdo di manager e titolari di imprese che, come me, non vogliono darla vinta a un clima di disincentivazione imperante e vogliono invece migliorarsi per essere sempre più competitivi sul mercato. Lo so, qualcuno può dirmi che parlo facile perché mi va tutto bene. No, io vent’anni fa ho creduto in un futuro che oggi, con Internet, è presente. E sembravo un visionario, l’ho detto tante volte.

Oggi, esattamente come allora, credo nel futuro che domani lo sarà, presente. E quindi, a tutti auguro un 2015 di grandi soddisfazioni ma soprattutto di energia per rimettersi sempre in gioco guardando avanti e cercando un’apertura per esprimere la propria creatività, la propria professionalità, le proprie competenze. Non ho usato apposta la parola ‘crisi’ perché basta, è superata, o forse strutturata, è cambiato il mondo e noi tutti dobbiamo imparare ad attrezzarci per questa nuova dimensione.
Io ho fiducia, la devo a mia moglie Patrizia, che da sempre mi sostiene, e alla mia piccola Chanel, che ha il diritto, come tutti i bimbi, di sognare in grande.

Massimo Boraso